sabato 6 gennaio 2007,01:45
Cinico

Visto che il Nero lo esige.
Vedetevi pure un po' di Ciprì e Maresco.
Poi ne possiamo parlare.

Un mio amico ha scritto:

"Quando il cinema fa la cacca la chiama Gabriele Muccino"

Proprio oggi mi sono trovato in mano questo articolo:

"Il regista di "Ricordati di me" e "L'ultimo bacio" sbarca ad Hollywood e dirige Will Smith, in un'importante produzione cinematografica. Il sorprendente incontro tra il miglior cinema italiano e il grande cinema americano. [...] Era dai tempi di "C'era una volta in America" che un italiano non girava un grande film Hollywoodiano."

Non so dove, ma in queste frasi c'è qualcosa che non va. Trovate l'errore.

Per la cronaca, la foto è stata scattata da Feblues, il soggetto invece è Pietro Giordano. A buon intenditore poche parole.
 
posted by Andrej Blàc
Permalink ¤


2 Comments:


  • At 7 gennaio 2007 02:10, Blogger Korova

    Quando Sergio Leone fa la cacca la chiama "The Pursuit of Happiness"

     
  • At 7 gennaio 2007 11:26, Blogger U'rrre

    Odio il cinema western in tutte le salse. Però C'era una volta in America non è un film western, e nemmeno (come molti tendono a semplificare) un film gangster. In verità è un po' western, un po' gangster: sentimentale, onirico (tra i fumi dell'oppio), violento (tra uno stupro e l'altro). E' un film a tratti maestoso e a tratti di dimensioni più umane. E' una storia di amicizia e amori, legati da un filo unico: la solitudine.
    Trovatemi un film di Gabriele Muccino o di Will Smith così profondo e, a tratti, poetico (un po' di Tarkovskij c'è, poco poco) e vi chiamerò papà.