domenica 25 febbraio 2007,02:55
Caro Andrej
Caro Andrej, oggi sono sopravvissuto.

Da stanotte esistono due reazioni: "L'odio violento e la paura".

Minimalista e tendenzialmente ubriaco.




I hurt myself today
To see if I still feel
I focus on the pain
The only thing that's real
The needle tears a hole
The old familiar sting
Try to kill it all away
but I remember everything

What have I become
My sweetest friend
Everyone I know goes away
In the end
And you could have it all
My empire of dirt
I will let you down
I will make you hurt
 
posted by Andrej Blàc
Permalink ¤ 3 comments
martedì 9 gennaio 2007,21:04
Ma tu... Nella vita... Cosa fai?
Io?
Niente. Faccio cose.


 
posted by Andrej Blàc
Permalink ¤ 1 comments
sabato 6 gennaio 2007,16:37
Cinico Parte Seconda

"Caro Andrej, non credi che oltre al bianco e al nero possano esistere innumerevoli sfumature di grigio?"

L'unica sfumatura di grigio interessante è il fumo.
 
posted by Andrej Blàc
Permalink ¤ 0 comments
,01:45
Cinico

Visto che il Nero lo esige.
Vedetevi pure un po' di Ciprì e Maresco.
Poi ne possiamo parlare.

Un mio amico ha scritto:

"Quando il cinema fa la cacca la chiama Gabriele Muccino"

Proprio oggi mi sono trovato in mano questo articolo:

"Il regista di "Ricordati di me" e "L'ultimo bacio" sbarca ad Hollywood e dirige Will Smith, in un'importante produzione cinematografica. Il sorprendente incontro tra il miglior cinema italiano e il grande cinema americano. [...] Era dai tempi di "C'era una volta in America" che un italiano non girava un grande film Hollywoodiano."

Non so dove, ma in queste frasi c'è qualcosa che non va. Trovate l'errore.

Per la cronaca, la foto è stata scattata da Feblues, il soggetto invece è Pietro Giordano. A buon intenditore poche parole.
 
posted by Andrej Blàc
Permalink ¤ 2 comments
venerdì 5 gennaio 2007,18:10
Quando il nero pulsa

Siamo alla seconda tappa del Moloko Nero.

Oggi parliamo di come nacque Andrej Blàc.

Quando giochi con i colori, solo il padre può vedere le strade che gli si aprono alla vista.
Una di queste fu proprio Andrej Blàc.
Quando poi cominci ad interloquire con i colori, i problemi possono improvvisamente aumentare a dismisura.

Così Andrej Blàc divenne un ottimo consigliere.

Così prestai ad Andrej Blàc il mio corpo di tanto in tanto.
 
posted by Andrej Blàc
Permalink ¤ 2 comments
domenica 31 dicembre 2006,01:34
Esistono tre colori

Esistono tre colori.
Bianco.
Nero.
Seppia.

Un giorno un disegno parlò e nell'indecisione divise il suo corpo in tre parti.
Esiste un disegno di tre colori.
Bianco.
Nero.
Seppia.

Si chiamava Andrej Blàc.

Lascerò questi tre spazi al disegno, al dadaismo, al sesso, al rhum e a qualsiasi cosa mi venga in testa.

Ricordatevi, Andrej Blàc, non è bello e maledetto... E' un disegno.

Non sono nemmeno un Massone. Lui infatti è Moloch. La vostra voce Bianca, Nera e Seppia nella testa.
 
posted by Andrej Blàc
Permalink ¤ 0 comments